L’ARNESE

testo e musica di Alberto Lalli

 

 

 

quando sono nato m’è sembrato complicato

dover avere a che fare con un arnese

che allora non sembrava avere grosse pretese

se non di farmi sempre bagnare - ero un po' preoccupato

 

però a un certo punto questo strano arnese

s’è dimostrato utile anche per giocare

giocare a fare centro, non solo penzolare

e cominciava anche ad avere certe pretese

 

            ambarabaciccìcoccò tre civette sul comò

            che facevano l’amore con la figlia del dottore

            il dottore si ammalò - ambarabaciccìcoccò

 

alla mia maestra ci volevo tanto bene

ero ricambiato ma soffrivo le pene

a lei non importava niente di quelle certe pretese

non si curava per niente del mio piccolo arnese

 

            sotto il ponte di Baracca c’è Pinin che fa la cacca

            la fa dura dura dura - il dottore la misura

            la misura è trentatrè - a star sotto tocca a te

 

quando lui raggiunse la sua maturità

cominciò anche ad avere una certa attività

sì, riusciva a fare centro anche se non molto spesso

e aveva sempre un chiodo fisso come adesso

 

            a star sotto tocca a te...