ERBA DI CASA MIA
1972, G. Bigazzi - E. Polito - T. Savio - Canta Massimo Ranieri
2007 testo di Alberto Lalli

Erba di casa mia
bagnavo in fretta e poi correvo via...
quanta emozione, girarsi un bel cannone
Tu che dicevi piano "è meglio dell'afghano"

Neve disciolta al sole
sull'erba i nostri sguardi, ad aspettare
e mentre io ti insegnavo a concimare
arriva l'alluvione, addio coltivazione

Ma un'altra primavera chissà quando verrà
per questo dalla dal mio pusher prendo quello che da'...
fumare un'altra volta ecco cosa farò!
Mi illuderò che sia l'erba di casa mia.

quanta emozione, girarsi un bel cannone
Tu che dicevi piano "è meglio dell'afghano"

Ma la vita è questa,
è tutto un brutto gioco che ci rattrista
sempre lì in piazza e poi un bel mattino
ti svegli con la voglia di dell'erba del giardino

Ma un'altra primavera certamente verrà
per questo dalla terra prendo quello che da'...
piantarla un'altra volta ecco cosa farò!
vorrò proprio che sia l'erba di casa mia.

Ma un'altra primavera certamente verrà
per questo dalla terra prendo quello che da'...
piantarla un'altra volta ecco cosa farò!
vorrò proprio che sia l'erba di casa mia.