LO STRANIERO
Testo e arrangiamento di Alberto Lalli 2008 - musica di Geroges Moustaki 1969


Con questa faccia da straniero
Ho attraversato il mondo intero
Senza sapere dove andar
Nel mio Paese disgraziato
C'è stato un colpo di Stato
E son scappato fino a qui
Senza permesso di soggiorno
Lavorerò la notte e il giorno
Per quattro soldi e niente più
Per l'industriale, il camorrista
Il costruttore, il leghista
Che si arricchisce sempre più


Con questa faccia da straniero
Ho conosciuto per davvero
La vostra grande civiltà
Con questa faccia da straniero
Non posso andare tanto in giro
Per le vie della città
Senza il permesso di soggiorno
Devo guardarmi sempre intorno
Perché lo so cosa accadrà
La Polizia mi fermerà
Nel CPT mi sbatterà
Ma io sognavo la libertà

Con questa faccia da straniero
Sopra una barca sgangherata
Sono arrivato fino qua
Adesso sono prigioniero
In questa lurida galera
In questa Italia senza pietà
Sarò cacciato e scapperò
Ma un Paese troverò
A stare in pace riuscirò
E la mia fuga durerà
Per una breve eternità
Ma alla fine finirà
E la mia fuga durerà
Per una breve eternità
In cerca della libertà